Le parole di Andrea Mazzarani: «Ringrazio il pubblico per l’aiuto e per avermi riservato quell’applauso nel momento dell’uscita dal campo. Potenza? Alla terza giornata di campionato, mi sembra prematuro parlare di occasione persa. È chiaro che noi dovevamo avere un approccio diverso, ma voglio vedere quante squadre vinceranno su quel campo»

«Oggi è tornato il vecchio Catania, quello di Potenza è stato un black-out da archiviare. Il ruolo? Ormai mi conoscete, cerco di dare il meglio dove il mister mi schiera. In questo momento mi sta vedendo da esterno d’attacco. Io vivo di emozioni, non ho mai dimenticato quello che mi hanno dato questa città e questo stadio. Volevo riviverle».

Queste le parole di un emozionato Gian Marco Distefano:

«L’emozione è grandissima perché col Catania ho fatto tutte le trafile giovanili. È un punto di partenza, voglio andare avanti e fare sempre meglio. Dedico alla mia famiglia questa giornata, mi è stata accanto in ogni trasferta per darmi consigli e conforto.

Io sono punta centrale o seconda punta, ma anche sull’esterno so adattarmi, tra tutte preferisco però la punta centrale»

C’è stato spazio anche per il colosso difensivo Immanuel Mbende:

«Era la prima da titolare, sono contento. All’inizio ho avuto un po’ di difficoltà, ma poi mi sono trovato bene. Quando non prendi gol, da difensore, ti senti soddisfatto. Ho bisogno di giocare, deciderà il mister la prossima settimana se schierarmi. È stato bello giocare in questo grande stadio, spero di continuare così. Silvestri? Mi sento bene con lui, penso che abbiamo funzionato bene come coppia. Speriamo di lavorare per cercare di fare sempre meglio».

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili