Nel segno dell’equilibrio. La sfida fra Vibonese e Catania in programma domenica 20 ottobre allo stadio Luigi Razza di Vibo Valentia sarà soltanto il terzo incontro fra le due compagini tra i professionisti.

In terra calabrese i rossazzurri infatti hanno disputato gare ufficiali soltanto in due sole occasioni, entrambe racchiuse nell’ultimo quinquennio di terza serie.

Il segno che condensa i precedenti tra etnei e ipponici è la “X”. Nessun vincitore e nessun vinto in Calabria, gare spesso bloccate e che non hanno lasciato ai posteri ricordi granché spettacolari. Primo assoluto scontro datato 9 aprile 2017. Era un Catania alle prese con gli interrogativi e le difficoltà di una categoria che non risparmia nessuno, finì 1-1. Alla rete di Viola rispose Maks Barisic, alla sua quarta rete in rossazzurro, il pari fu però assimilato come una mezza sconfitta.

Un mezzo passo falso che si registrò anche lo scorso anno, con Sottil in panchina, un Catania senza mordente non andò oltre lo 0-0 vedendo scappare una Juve Stabia sempre più lanciata verso la vittoria del campionato. Altra storia, altro torneo, il livellamento del raggruppamento C di quest’anno stupisce per classifica e colpi di scena. Un motivo in più per attenzionare la sfida del Razza. Catania favorito? Forse sì, inutile nascondersi, del resto dopo quattro tonfi esterni gli stimoli e le motivazioni per rialzare la testa lontano dalle mura amiche non hanno nemmeno bisogno di essere elencati…

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili