Il mercato entra nel vivo.
Mentre il Catania si prepara ad iniziare un vero e proprio tour de force che lo vedrà scendere in campo ben 10 volte nel giro di 38 giorni, la cosiddetta finestra di riparazione entra nella fase più importante .
Alla lista dei trasferimenti ufficiali continuano ad aggiungersi di ora in ora possibili nomi in partenza. Per quanto riguarda il reparto difensivo Mbende e Saporetti sembrano già con le valige in mano e aspettano di conoscere solo la propria destinazione.


Matteo Di Piazza invece è sempre più vicino al Catanzaro che pressa in queste ore per acquistare il bomber originario di Partinico. Che il suo morale non fosse dei migliori ai piedi dell’Etna lo si era già capito dopo le reti a Potenza in Coppa Italia e a Rieti in campionato che lo avevano visto a testa bassa senza mostrare nessun cenno ad una minima esultanza. Si parla di due anni e mezzo di contratto, durata notevole per la serie C che testimonia come il Catanzaro voglia puntare su Di Piazza per un progetto a lungo termine.
Per rimpiazzare l’eventuale partenza del numero 9 rossazzurro circola sempre con più insistenza il nome di Murillo, brasiliano classe 95 del Livorno, ma in questo caso c’è da battere la forte concorrenza della Feralpisalò.

Per il reparto offensivo, un altro profilo accostato al Catania con insistenza da diverse settimane è quello di Andrea Saraniti, attaccante centrale in forza al Vicenza. Proprio in queste ore però è arriva la smentita del suo agente.
Per rimpiazzare l’infortunato Nordi, lussazione alla spalla sinistra, la Sicula Leonzio ha bussato alla porta degli etnei per Miguel Martinez, resosi protagonista in positivo nelle gare disputate in Coppa Italia in questa stagione.

A poco più di due settimane dal closing del calciomercato invernale il Catania registra tre operazioni in entrata e sette cessioni. L’impressione da qui alla fine la maggior parte delle trattative riguarderanno soprattutto movimenti in uscita.

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili