Il palcoscenico era ben noto, in casa delle catalane campionesse in carica della competizione, nell’impianto che aveva regalato l’ultima gioia europea, quella Supercoppa vinta lo scorso novembre. Contro il Sabadell l’Ekipe Orizzonte ha vissuto l’ennesima sfida al cardiopalma e si è aggiudicata con le unghie e con i denti la gara d’andata dei quarti di finale di Coppa Campioni, la massima competizione femminile di pallanuoto.

In Catalogna le catanesi si impongono col punteggio di, inferendo un colpo importante al morale delle locali. Le sensazioni della vigilia non sono state smentite, le etnee di Martina Miceli, leader di un nucleo già vincente, hanno fatto la differenza nei momenti topici della sfida.

Primo quarto gestito magistralmente da Garibotti, Ioannou e compagne. Le catalane sono però note per il loro forte spirito competitivo, così non solo tornano in gara ma realizzano il sorpasso all’alba della terza frazione, quando da un passivo di 5 reti ribaltano il parziale. L’Ekipe Orizzonte non molla, è in partita e riesce ancora una volta a manifestare tutto il suo spirito.

Quarta e ultima frazione della partita, Garibotti suona ancora la carica (sarà lei la top scorer con 5 reti), Forca Ariza risponde. L’ultima e decisiva parola alla sfida la pone però Giulia Emmolo, palla in rete a 1:21 dalla sirena. Esultano le etnee, la vittoria è prestigiosa ma la qualificazione è ancora un discorso aperto. Sarà la gara del 28 marzo, in programma a Catania, a sancire la formazione qualificata alla Final Four di Coppa Campioni, ma le emozioni continuano e portano ancora una volta il timbro Orizzonte.

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili