Intervistato in esclusiva da Unica Sport, il difensore del Catania Tommaso Silvestri analizza così il momento dei rossazzurri e non solo.

Siamo contenti del nostro momento. Nel girone d’andata la responsabilità è nostra, dei calciatori a prescindere dalla presenza di Lo Monaco o dalle sue dimissioni. Questo è un discorso che non c’entra, se le nostre prestazioni non sono state all’altezza la colpa è solo di noi giocatori. Mercoledì abbiamo sofferto tanto, ma l’importante era portare a casa i tre punti. Speriamo già da domenica di vincere con sofferenze minori, cercando di riuscire a gestire il risultato un po’ più tranquillo.

Lucarelli è un grande allenatore, sono contento del lavoro che stiamo facendo col mister , mi dispiace aver preso gol mercoledì però speriamo di rifarci il prima possibile, per noi anche gli attaccanti stanno facendo un grande lavoro .
Beleck: è un bravissimo ragazzo, si impegna quotidianamente tantissimo, quello che mi ha colpito è stato l’attaccamento alla maglia che da titolare gli ha dato subito il mister. Da qui a fine anno potrà darci una grossa mano.
Biondi: anche lui è un ragazzo che sta migliorando tanto, una persona seria che dimostri più dell’età che ha. Affronta ogni situazione di petto, petto in fuori e testa alta. Atteggiamento che fa bene sia a lui che al gruppo e con questo atteggiamento sono sicuro che andrà lontano.

Rapporto con la città: sono riuscito a godermi Catania abbastanza. Mi piace visitare il centro, è una città stupenda, anche se abitando vicino il centro sportivo, a causa anche della famiglia ho poco tempo per scendere in centro però comunque non la scopro di certo io . Si passa in trenta minuti dalla montagna al mare, poi è una città piena d’arte, io ne sono innamorato.

Miguel Martinez: io credo che sia un grande professionista. Vivere una situazione come la sua da secondo non è facile. Sicuramente gli verrà data la possibilità di esprimersi anche in campionato oltre che in coppa anche perché Furlan è diffidato e al prossimo cartellino giallo verrà diffidato.
Curiale sta bruciando le tappe, ha tanta voglia di ritornare in campo e sono convinto che ci trascinerà in fondo, anche perché abbiamo tanto bisogno di lui.

A fine partita, quando facciamo il cerchio a metà campo, il mister cerca di analizzare la partita in modo più lucido possibile, anche se subito dopo a caldo non è così facile. Cerca di manifestarci le parole migliori possibili, a volte non è facile come ad esempio dopo la partita con la Ternana che ci ha eliminati in Coppa Italia. Quella partita ci ha fatto male, poteva essere un’ottima scorciatoia per entrare ai play off, purtroppo non ci siamo riusciti a causa delle disattenzioni nella partita d’andata. Noi dobbiamo pensare partita dopo partita, battendo Catanzaro e Teramo in casa, scontri diretti al Massimino penso che sarà difficile non entrare in play off. Se giochiamo come le ultime partite, sarà difficile per nessuno batterci.

Abbiamo superato l’addio di Aya, gli faccio i complimenti per il grande campionato che sta facendo, purtroppo è andata così ma abbiamo i giocatori giusti per sopperire alla sua assenza.
Esposito, è un grande giocatore, pieno d’esperienza non ti nascondo che aspettavo che entrasse in campo proprio per l’esperienza che lui riesce a dare al reparto difensivo. Noi vogliamo rientrare in spogliatoio con nessun rimpianto, vogliamo lottare e dare tutto quello che abbiamo. Dobbiamo provarci in tutti i modi, se poi riusciamo a centrare la promozione sarà un premio anche a livello umano oltre che professionale”.

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili