Intervistato sulle pagine del quotidiano sportivo “La Gazzetta dello Sport” il Professor Paolo Zeppilli, responsabile medico a capo della task force incaricata dalla Federcalcio allo scopo di promulgare un piano per la ripartenza dei campionati di calcio, ha precisato:  “La commissione medico scientifica che mi onoro di presiedere, composta da grandi esperti, ha elaborato un protocollo sanitario con le linee guida, ma non indica date per la ripresa dell’attività. Quella è competenza governativa.  Noi da tecnici – come richiesto dalla Federcalcio – dovevamo semplificare tutta una serie di norme indispensabili per prepararsi alla cosiddetta fase due. Bisognerà vedere come sarà l’andamento delle prossime settimane. Quello che noi chiariamo sin dalla prima parte del protocollo è che, fin quando non sarà disponibile un vaccino, il rischio zero sul coronavirus non esiste e dunque vanno create le condizioni di sicurezza migliori possibili, quando le autorità decideranno che il calcio potrà riprendere“.

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili