Dentro o fuori? Il Dottor Gianluca Astorina alza la voce e minaccia di rassegnare le proprie dimissioni da amministratore unico del Calcio Catania. La motivazione riguarda gli stipendi dei calciatori, impegno preso con gi atleti rossazzurri a cui è stato garantito il pagamenti delle mensilità di Gennaio e Febbraio entro il 30 Giugno.

Il problema di fondo,  da quanto è emerso,  è che i legali di Finaria abbiano perso tempo in questi mesi. Dal punto di vista procedurale infatti, una società in concordato preventivo come il Catania deve ricevere autorizzazione dal Tribunale nel momento in cui avviene un pagamento di crediti anteriori. Per garantire questo versamento la holding di Antonino Pulvirenti avrebbe dovuto richiedere la relazione di un professionista (commercialista) che attestasse questo come garanzia di soddisfacimento per i creditori di Finaria. Autorizzazione che deve arrivare dal Tribunale perchè un esborso potrebbe violare il diritto degli altri creditori.

Non pagando questi emolumenti però  si rischia di danneggiare il titolo sportivo del Catania Calcio, asset più importante di Finaria, dunque il Tribunale avrebbe tutti gli interessi per autorizzare questo pagamento..

Sotto questo punto di vista, Finaria è già in ritardo, ma teoricamente esistono ancora i tempi tecnici per poter procedere con l’operazione. In conclusione, il Dottor Gianluca Astorina ha minacciato le proprie dimissioni per evitare la brutta figura dopo aver preso parola con i calciatori etnei.

Seguono aggiornamenti

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili