Il 30 giugno è sempre più vicino, ma il nodo stipendi rimane ancora irrisolto. Accanto alle tematiche relative alla pubblicazione del bando che aprirà la procedura competitiva – discorso rinviato con ogni probabilità alla prossima settimana – in casa Catania a tenere banco è la questione relativa alle mensilità di gennaio e febbraio, che buona parte dell’organico, com’è noto, non ha ancora percepito.

Il 30 giugno era il termine ultimo entro cui, secondo quanto assicurato ai calciatori dall’amministratore unico Gianluca Astorina, sarebbero stati garantiti i pagamenti per i primi due mesi dell’anno: si parla di 224mila euro in totale. Ad oggi, però, la situazione resta irrisolta. La Sigi, il soggetto interessato all’acquisizione del club, si è offerta di contribuire in una determinata modalità.

Sigi si è sempre dichiarata disponibile a garantire un eventuale finanziamento che Finaria dovesse richiedere per il pagamento dei calciatori – ha spiegato ai microfoni di Unica Sport l’avvocato Giovanni Ferraù, tra gli azionisti di Sigi -. Questa disponibilità alla garanzia per il pagamento non può che essere direttamente collegata all’aggiudicazione. Noi abbiamo detto che se Sigi prende consapevolezza che c’è il bando, che i tempi dell’aggiudicazione sono chiari e che verosimilmente Sigi potrà ottenere questa aggiudicazione, Sigi farebbe assolutamente da garante per un finanziamento ponte in modo da consentire il pagamento degli stipendi arretrati. C’è una disponibilità massima a farsi da garante per il finanziamento di Finaria dal momento in cui il bando dovesse venire pubblicato“.

Oltre alla proposta della Sigi c’è poi da tenere in considerazione il ruolo del Tribunale, che deve autorizzare l’eventuale spesa di Finaria. Sulla questione gli animi si sono accesi, con l’amministratore unico Gianluca Astorina che nei giorni scorsi ha puntato i piedi. Un bel rebus, quello legato agli stipendi, che pare di difficile risoluzione a ormai pochi giorni dalla data fatidica. Ricordiamo inoltre che nel caso in cui la Ternana non dovesse aggiudicarsi la Coppa Italia Serie C, i rossazzurri sfiderebbero la Virtus Francavilla, all’esordio nei playoff, proprio martedì 30 giugno.

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili