I soci della SIGI faranno di tutto per non deludere i tifosi“. Con queste dichiarazioni, rilasciate ai microfoni di Unica Sport venerdì scorso, l’avvocato Giuseppe Augello definiva i contorni dell’incontro andato in scena tra i membri della SIGI qualche ora dopo l’arresto del commercialista Antonio Paladino.

Nel tardo pomeriggio di oggi, con inizio alle ore 19.00 presso lo studio dell’avvocato Giovanni Ferraù, per i soci della SIGI ci sarà un nuovo incontro chiarificatore. Dopo gli arresti di venerdì scorso, la cordata interessata all’acquisizione del Calcio Catania deve riassestarsi sotto più profili, da quello finanziario a quello più strettamente organizzativo, mettendo in atto l’operazione di self-cleaning già annunciata dalla stessa SpA.

Diversi gli aspetti che saranno toccati stasera, numerose le decisioni di prendere. Sarà nominato un nuovo Consiglio di Amministrazione, sarà rivisto l’organismo di controllo della società stessa e si provvederà ad una differente suddivisione delle quote azionarie. C’è da farsi carico dell’impegno economico che si era assunto il commercialista Paladino: in tal senso i soci, vecchi e nuovi, sono chiamati ad aumentare le risorse da destinare al progetto.

Week-end di riflessione per i membri della SIGI, oggi una giornata chiave: la cordata deve riorganizzarsi. In attesa della procedura competitiva che, eccetto inattesi colpi di scena, il 23 luglio stabilirà il nuovo proprietario del Calcio Catania.

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili