Tra responsabilità dirette e mala gestio, un Nino Pulvirenti esclusivo e a 360° ai microfoni di Unica Sport. “Non c’è mai stato ostacolo alla volontà di vendere il Catania” ha risposto alla domanda sulla cessione del club di Via Magenta, vicenda che vive ore decisive.

Particolare attenzione alle parole spese in merito ai nuovi soggetti in società, a partire dall’attuale amministratore unico del Calcio Catania Gianluca Astorina “Non conoscevo Astorina, a presentarmelo è stato il dottor Cunsolo, commercialista di Finaria. Non lo avevo mai visto, è una persona perbene e credo se la stia cavando bene

Ben più interessante e spunto a riflessioni ad ampio raggio il commento dell’ex presidente del Catania sull’ingegnere Giuseppe Di Natale: “Quando a marzo si compose il nuovo Cda, dopo le dimissioni del dottor Caruso, fu lo stesso Di Natale a rifiutare la carica di liquidatore unico di Finaria, ne sono certo. Nonostante questo scelse di rimanere in qualità di amministratore delegato” – continua Pulvirenti – “I rapporti con Di Natale erano ottimi e lo rimangono tutt’ora, mai avuto screzi”

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili