Dopo Biagianti, Lodi, Marchese e Izco sembrava che un ex Catania potesse tornare a vestire il rossazzurro e invece no perchè Nicolas Spolli ha deciso di ritirarsi dal calcio.
El Flaco, che con il Catania ha giocato 154 partite alcune delle quali con la fascia di capitano sul braccio, si congeda dai tifosi etnei con un ultimo atto d’amore e di rispetto verso il club che gli ha permesso di arrivare a ventisei anni in Europa dopo l’esperienza con il Newell’s Old Boys.

L’argentino ha voluto intervenire durante la diretta delle 19:30 per spiegare i motivi della sua scelta e salutare i tifosi del Catania.

“Dopo la promozione in A con il Crotone ho riflettuto tanto riguardo al mio futuro. Due mesi fa avevo deciso di ritirarmi dal calcio, ma poi è arrivata la chiamata del Catania, unica squadra dove sarei andato dopo Crotone per quello che rappresenta per me, tanto che ho rifiutato due-tre squadre di B e alcune di C perchè volevo venire qui a Catania.
Avevo parlato con Pellegrino e l’accordo era stato trovato subito. Avrei dovuto firmare tra qualche giorno per finire la carriera con indosso i colori rossazzurri come sognavo, ma poi ho capito di non poter dare quello che il Catania merita ossia il massimo da parte mia dal punto di vista fisico e mentale. Ultimamente ho avuto tanti problemi fisici quindi per una questione di correttezza ho preferito dire di no alla proposta della dirigenza etnea e ritirarmi. Ho fatto una scelta con la testa perchè il cuore mi diceva di firmare. Il Catania è speciale per me. E’ e sarà sempre la mia squadra
Futuro? Pellegrino mi ha proposto di affiancarlo alcuni giorni a Torre del Grifo. Mi voglio prendere un poco di giorni per pensare. Fare qualcosa con il Catania sarebbe bello, ma è un po’ prematuro per parlarne.
Il Catania ha fatto un ottimo mercato e ha preso dei giocatori molto importanti e penso che sia una squadra difficile da affrontare e pronta a stupire”.

Claudio Pisi

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili