Giornata intensa quella che sta per chiudersi in casa Catania. Nonostante la squadra abbia ripreso ad allenarsi soltanto oggi in vista della gara di domenica prossima contro la Virtus Francavilla, la dirigenza etnea è stata impegnata su più fronti.

In tarda mattinata uno dei componenti della SIGI, l’azionista di maggioranza Gaetano Nicolosi, insieme all’avvocato Augello ha incontrato il manager americano Joe Tacopina, a sua volta accompagnato dal proprio legale l’avvocato Arena. Massima riservatezza sui temi dell’incontro ma è ovvio che si è andati sempre più verso un confronto chiaro e trasparente che può portare alla tanta attesa offerta che Tacopina presenterà a SIGI per l’acquisizione di quote del Calcio Catania. Il manager americano, in Sicilia da sabato scorso, dovrebbe arrivare all’affondo decisivo entro venerdì prossimo.

In merito a ciò ed anche per discutere di altri argomenti, la SIGI si è riunita a Torre del Grifo in serata. Alla riunione hanno preso parte Nicolosi, l’Amministatore Unico Nico Le Mura, Arturo Magni, Giovanni Salice, Sergio Santagati e  l’avvocato Munzone. Tra i temi trattati quello relativo al nuovo CDA della Sigi dopo le dimissioni del Presidente Giovanni Ferraù, la ricapitalizzazione necessaria per affrontare i successivi mesi e far fronte alle richieste dei vari creditori e e, soprattutto, la conferma avuta dall’ultimo D.P.C.M emesso dal governo che concede la possibilità di assistere agli eventi sportivi all’aperto fino ad un massimo di 1000 spettatori. Quest’ultima è un’opportunità che il Catania vuole sfruttare a pieno e, in tal senso, la scorsa settimana c’era già stato un incontro con l’assessore regionale allo Sport Manlio Messina per ottenere il via libera dalla Regione Siciliana. Riportare la gente allo stadio è un valore aggiunto da dare ad una squadra che sta dimostrando sul campo di poter disputare una stagione ricca di soddisfazioni.

Ovvio che i soci della SIGI avranno anche discusso anche delle questioni legate a Joe Tacopina. I segnali di apertura verso il manager americano sono eloquenti (sono già tre gli incontro avvenuti tra SIGI e Tacopina negli ultimi due mesi) ma fin quando qualcuno non uscirà fuori dal patto di riservatezza e comunicherà i termini di una vera e propria trattativa è davvero difficile ipotizzarne l’esito.  Come detto, comunque, le prossime 72 ore potrebbero essere decisive per capire meglio il futuro del Calcio Catania e, pertanto, non ci resta che attendere.

 

Massimiliano Giliberto

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili