Sarao-Gol, il Catania spicca il volo.

La banda di mister Raffaele fa ancora della Puglia terra di conquista, e nell’ostico sintetico del Giovanni Paolo II, arpiona il terzo successo di fila in campionato, battendo di misura la Virtus Francavilla ma soprattutto dando prova di essere una big di questo girone.

Il tecnico rossazzurro è uomo di parola, Luis Maldonado, tanto atteso alla vigilia, spicca subito nell’undici titolare: un 3-4-3 che ricalca per 10/11 la formazione titolare dell’ultima sfida interna contro la Juve Stabia.

Così come contro le vespe, anche a Francavilla Fontana il Catania soffre, stavolta nelle battute iniziali. Martinez è superbo a negare il gol a Giannotti con un gran riflesso, pochi minuti più tardi ci pensa il palo a strozzare in gola la gioia del gol a Mastropietro.

Quello visto in Puglia è comunque un Catania volenteroso, corre e non si risparmia. Dopo una prima metà di tempo in sofferenza, si tuffa nell’area avversaria e a chiusura di frazione matura il vantaggio. Albertini viene steso in area da Franco. L’arbitro indica il dischetto e dagli 11 metri va Sarao, che fredda il portiere e sigla il più classico dei gol dell’ex.

Nei secondi 45 minuti, il Catania appare anche più maturo. Emmausso ci prova dai 20 metri col destro, trovando la ribattuta di Crispino, poi Raffaele pensa bene di togliere Sarao autore del gol per tornare al caro vecchio 3-5-2 di matrice più difensiva. Le iniziative dei locali ci sono, ma vengono puntualmente spente dall’ottimo MARTINEZ, indiscusso migliore in campo.

A Francavilla Fontana si consuma il terzo successo etneo di questa Serie C, i punti del Catania in campionato sono 6 ma senza penalizzazione, si sarebbe parlato di aggancio in vetta alla classifica. Piedi per terra e poche distrazioni, il turno infrasettimanale è dietro l’angolo. La romantica sfida contro l’ex Lucarelli dirà di più sulle aspirazioni di un Catania che vince e piace.

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili