Manca pochissimo, e poi finalmente sarà Palermo contro Catania. Il derby di Sicilia arriva in un momento molto particolare per entrambe le squadre, con gli allenatori Roberto Boscaglia e Giuseppe Raffaele che riflettono sugli undici da mandare in campo domani sera al Barbera.

Cominciamo dalla situazione del Catania. I rossazzurri nel pomeriggio partiranno alla volta di Palermo, ma ci sono ancora dubbi sull’effettiva disponibilità da parte di alcuni elementi. Reginaldo in settimana è guarito dal Covid-19, ha ottenuto l’idoneità e ha potuto così allenarsi con il gruppo a partire da venerdì: il brasiliano sarà a disposizione per il derby.

Nel gruppo rossazzurro ci sono altri elementi in dubbio. Manuel Sarao e Denis Tonucci, in settimana, sono stati impegnati in programmi individualizzati: soltanto ieri il difensore ha sostenuto parte della seduta di allenamento in gruppo con il resto dei compagni. Più difficili i recuperi di Andrea Zanchi e Antonio Piccolo.

In casa Palermo, la situazione è molto migliorata rispetto a qualche settimana fa. Gli assenti dovrebbero comunque essere sette: oltre agli squalificati Broh e Crivello, espulsi a Catanzaro, mancheranno Santana, Luperini, Marong, Somma e Lancini. Rispetto alla trasferta in terra calabrese, però, Boscaglia recupera alcuni giocatori: Silipo, Floriano, Martin e Fallani. Proprio uno tra Floriano e Silipo domani sera potrebbe avere una chance da titolare. Confermato in mezzo al campo l’ex rossazzurro Moses Odjer.

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili