Il Catania vuole tornare a parlare argentino e prepara un altro colpo albiceleste dopo quello dell’ex Spezia, Tobias Reinhart.
Il giocatore in questione è Julian Illanes Minucci, difensore centrale ventitreenne nato calcisticamente nell’Istituto AC Cordoba ed attualmente di proprietà della Fiorentina.

CARATTERISTICHE TECNICHE — L’argentino con passaporto italiano è dotato di uno stacco di testa imperioso, grazie ai suoi 188 centimetri d’altezza, intelligente negli anticipi e deciso e preciso nei contrasti e nei tackle. Può giocare indistintamente come centrale nella difesa a quattro o a tre e può essere adattato anche come terzino, proprio come il suo idolo, Nicolas Otamendi del Manchester City.

MERCATO — La società rossazzurra ha messo gli occhi sul giocatore attualmente in prestito al Chievo Verona per rinforzare un reparto difensivo che oggi necessiterebbe di altri due rinforzi per garantire alternative in caso di infortuni del trio titolare Tonucci-Claiton-Silvestri, ma su Illanes c’è anche l’Avellino, squadra dove ha militato nella passata stagione e ha fatto vedere tutte le sue capacità. Con la squadra biancoverde ha giocato 28 partite tutte da titolare e ha messo a segno una rete che ha regalato ad Eziolino Capuano il primo punto della sua gestione.
Tra la squadra dell’elefante e quella del lupo è in vantaggio la prima, forte del passato di Vincenzo Guerini nella società viola e della sua rete di contatti.
La Fiorentina, che in estate ha ceduto in prestito con diritto di riscatto al Chievo Verona il classe ’97, sarebbe ben contenta di far giocare Illanes dato che non sta trovando spazio nella città di Romeo e Giulietta.

DICONO DI LUI — Al suo arrivo nella città del giglio nel gennaio 2017 Illanes è stato fin da subito ribattezzato come il giovane erede di Gonzalo Rodriguez ed oggi è considerato dagli addetti ai lavori il futuro della retroguardia della Nazionale argentina. Sul difensore centrale ai tempi c’era anche l’Inter di Suning, pronta ad assicurarsi le sue prestazioni per una cifra intorno al milione di euro.

Claudio Pisi

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili