Termina con un pareggio al “Massimino” l’ultimo match dell’anno dei rossazzurri. Tra Catania e Catanzaro finisce 1-1 per via delle reti di Di Massimo e Manneh. I rossazurri salgono così a quota 27 punti, agguantando comunque il terzo posto.

INIZIO SHOCK
I rossazzuri approcciano subito bene la partita rendendosi pericoloso già nei primi minuti di gara. Nonostante un Catania arrembante però, il Catanzaro riesce a trovare il vantaggio con Di Massimo all’ottavo minuto. Da qui i poi i calabresi si chiuderanno dietro, cercando di conservare il vantaggio, giocando solo di rimessa.

REAZIONE
Nonostante l’atteggiamento remissivo del Catanzaro, il Catania non si arrende, continuando, azione dopo azione, a sfiorare il pareggio. A mettersi in mostra sono sopra tutto Jacopo Dall’Oglio e Antonio Piccolo. L’ex Brescia recupera tantissimi palloni e in fase offensiva il numero 23 si rende spesso pericoloso calciando da fuori. L’esterno offensivo rossazzurro mostra invece un’intelligenza tattica da categoria superiore. Piccolo riesce a dare finalmente imprevedibilità alla fase offensiva etnea con i suoi dribbling e i suoi passaggi.

NESSUNA RESA
Nel secondo tempo il leitmotiv della partita non cambia: Il Catanzaro si difende ed il Catania attacca. Passano i minuti ma i rossazzurri non trovano la rete, costringendo Raffaele a dare il tutto per tutto. Nel finale di partita il Catania gioca infatti con ben 5 uomini in avanti: Piovanello, Sarao, Pecorino, Reginaldo e Manneh. Proprio il gambiano, che aveva disputato fino a quel momento appena 123 minuti in campionato, riesce a trovare la rete del pareggio, piazzando la palla all’angolino a tu per tu con Branduani.

OBIETTIVO RAGGIUNTO
Il terzo posto era l’aspirazione di Raffaele alla vigilia della sfida e i rossazzurri sono riusciti a centrare l’obiettivo. Gli etnei occupano al momento la terza posizione, a pari merito con Catanzaro, Avellino e Teramo. Il Catania chiude il 2020 centrando 8 risultati utili consecutivi, con una classifica che fa gola a squadra e ambiente, ma soprattutto con un rendimento in crescita che consente ai tifosi di guardare con più fiducia all’anno che verrà.

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili