Mancano esattamente 52 ore alla chiusura di quella fiera dei sogni, chiamata calciomercato, che appassiona e fa sognare due volte l’anno i tifosi sperando nel colpo ad effetto da parte propria squadra del cuore per conquistare i famosi obiettivi stagionali. Discorso valido anche per i supporter del Catania che continuano a sognare la B e stanno vivendo un cambio di proprietà entusiasmante.

MI MANDA JOE
In casa Catania la caccia al centrocampista è ancora aperta. Il nome più caldo è sempre quello di Franco Zuculini. L’ex Bologna e Venezia è un pupillo di Joe Tacopina, che ne ha descritto le doti tecniche e di leadership nell’intervisa ad Unica Sport, e sembra essersi ripreso dalle passate noie fisiche, giocando con la maglia del Defensor in entrambe le giornate della Primera División (Uruguay).

MASTALLI
Tanto romantico quanto difficile l’arrivo di Alessandro Mastalli dalla Juve Stabia che chiudendo per un altro Alessandro ex Catania ossia Marotta. Il giovane ’96 da dicembre sta i conti con dei problemi allo stesso ginocchio operato la scorsa stagione per la ricostruzione del crociato e il suo entourage vorrebbe portarlo in B attraverso la Salernitana, che gode di una corsia preferenziale in considerazione anche dei prestiti di Cernigoi, Iannoni e Orlando alle vespe.

ARENA E NOCE
Vi avevamo anticipato negli scorsi giorni come il club di via Magenta e il rispettivo procuratore stessero lavorando per trovare una soluzione alla situazione di Alessandro Arena, soluzione identificata nell’FC Messina dove il classe ’99 giocherà fino a fine stagione.
Chi invece rimarrà a Catania è Mario Noce. Sul tavolo del direttore Pellegrino erano arrivate due interessanti richieste di prestito, ma il centrale viene considerato finora incedibile. Ciò va a scontrarsi con la voglia del difensore ventunenne di giocare, cosa che si fa sempre più difficile con gli arrivi di Giosa e Sales, fedelissimi di Raffaele. Attenzione però alle ultime ore di mercato che potrebbero riservare sorprese e portare il difensore verso altri lidi dopo aver rinnovato il contratto in scadenza.
Ancora incerto il futuro di Eros Pellegrini che ha vissuto una stagione da incubo per via degli infortuni e rischia di finire fuori lista per via della mancanza di offerte e dei 24 slot in lista, con annessa problematica di pagare a vuoto uno stipendio.

ADDIO CATANESE
Kevin Biondi ed Emanuele Pecorino sono con le valigie sul letto, pronte a chiudere e partire rispettivamente per Pordenone e Torino, sponda Juventus Under 23. Grazie a queste cessioni il Catania riuscirà a ricavare un tesoretto per fare mercato, ad esempio si pensa all’acquisto di un’altra punta, e coprire le prossime spese.

di Claudio Pisi

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili