Grinta,coraggio e passione. Gli uomini di Raffaele hanno sconfitto il nemico “assenze”, dimostrando di essere una squadra vera. I rossazzurri non si sgretolano di fronte allo svantaggio e danno vita a una splendida rimonta. 

RITORNO DI FIAMMA

Goal, assist e un’incontenibile voglia di rivalsa: Il ritorno di Matteo Di Piazza a Catania è stato da applausi. Il numero 33 si è guadagnato il titolo di migliore in campo, grazie ad una prestazione che lo ha visto sacrificarsi su tutto il fronte d’attacco. Voluto fortemente da mister Raffaele, Di Piazza ha certamente ripagato la fiducia dell’allenatore. Compito dell’attaccante di Partinico sarà quello di dimostrare continuità.

COLLETTIVO

Anche senza Piccolo il Catania si dimostra grande squadra. Per supplire alle pesanti assenze in avanti serviva una prova di carattere e i rossazzuri hanno dimostrato di averne da vendere. Il Catania trova la propria forza nel gruppo: con il goal di Reginaldo, i rossazzuri sono andati a segno con ben 12 marcatori diversi. Un dato importante, che testimonia la grande coesione che si è creata all’interno del collettivo etneo.

CAPITANO MIO CAPITANO

Se la forza di questo Catania risiede nel gruppo, le certezze non possono che arrivare dal suo capitano: Tommaso Silvestri è ormai una costante positiva di questo Catania. Il numero 5 etneo è l’elemento cardine della retroguardia rossazzurra. Il Leader in campo, il calciatore che fino a questo momento ha disputato tutte le partite, l’uomo di cui mister Raffaele non sembra volersi privare.

Di Francesco Di Palma

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili