Cinico e vincente. Il Catania, nonostante una prestazione non certo brillante, continua la scia di risultati utili consecutivi. Il successo di misura contro la Virtus Francavilla, arrivato come all’andata per 1-0 e grazie a un penalty, rappresenta un’importante iniezione di fiducia per classifica e morale della squadra di mister Raffaele in vista del delicato match di mercoledì’ prossimo contro la Ternana dell’ex Cristiano Lucarelli.

ANCORA IN GOL

Un match tirato e difficile sin dalle prime battute, ma che certamente avrà dato delle indicazioni importanti al tecnico rossazzurro. Una di queste è arrivata da Jacopo Dall’Oglio. Il pupillo di Raffaele è entrato nella ripresa al posto di uno spento Reginaldo. Oltre a realizzare il gol vittoria, per il numero 23 è arrivato il terzo centro nelle ultime quattro gare e ha rivestito il ruolo di trascinatore cancellando così l’opaca prestazione contro la Juve Stabia.

ATTACCO INCOMPLETO

Le vere note negative per l’allenatore etneo sono arrivate dal reparto offensivo. Se da una parte le assenze di Russotto e Piccolo si stanno facendo sentire più del dovuto, la speranza di tutti era che i vari Di Piazza, Reginaldo e Sarao avrebbero potuto sopperire a queste pesanti e importanti defezioni. Nè a Castellammare, né contro la Virtus Francavilla è stato così nonostante contro i pugliesi si sia visto un 3-4-1-2  inedito, dove al neo acquisto Golfo era stato chiesto di ricoprire prima il ruolo di trequartista e poi quello di esterno offensivo. Il Catania, infatti, ha faticato tanto sia nella costruzione del gioco, sia nel trovare spazi che gli consentissero di creare qualche problema alla difesa avversaria.

PROMOSSA

Voti alti, al contrario, per la difesa rossazzurra. Il trio Sales, Giosa, Silvestri non concedono nulla agli avversari. Le chance che siano loro a dover proteggere Confente anche a Terni sono alte, anche se Tonucci resta un titolare prestato, per ora, alla panchina per necessità di turn over.

TRASFERTA INSIDIOSA

Archiviata la vittoria contro la Virtus Francavilla, undicesima stagionale, la testa dei giocatori rossazzurri è già proiettata alla sfida di mercoledì al Libero Liberati di Terni. La squadra di mister Raffaele, contro la capolista del girone, dovrà assolutamente migliorare la qualità del suo gioco se vorrà uscire dall’impianto umbro con un risultato positivo. Ottimisti o timorosi? Dopo le ultime prestazione degli etnei non si può che essere ottimisti, anche se il prossimo avversario è ancora imbattuto ed allenato da un tecnico eccellente come Lucarelli.  Ma crederci non costa nulla, anzi, ormai è diventato obbligatorio.

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili