La 30a giornata del girone C è stata all’insegna dei rigori, ben cinque assegnati e tutti realizzati, e della Ternana che ipoteca in qualche modo la B andando a +9 in classifica sull’Avellino, 2° e che pareggia contro il Monopoli, con ancora due partite da recuperare.

LA B AD OTTO PASSI-Nel big match di giornata contro il Bari le fere si rendono protagoniste di una clamorosa rimonta nel finale indice di una grande voglia di vincere e di conquistare la Serie B.
Il Bari passa subito avanti con Maita con un bel tiro dai 16 metri su cui non può nulla Iannarilli e restano in vantaggio per quasi tutta la partita.
Nel finale Ternana rinvigorisce e trova il pareggio con il difensore Kontek che tutto solo mette dentro di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Gli umbri non sono sazi e cercano in tutti i modi la vittoria e la trovano al 94’ grazie al capitano Defendi che realizza uno splendido goal al volo su traversone di Mammarella da più di 30 metri.

AVELLINO, RIPASSA DAL VIA-L’Avellino sfiora l’undicesima vittoria in tredici gare, ma non l’agguanta perché i lupi vengono raggiunti nel finale dal Monopoli.
Al 23’ Carriero viene atterrato in area da Riggio e l’arbitro assegna il rigore. Dal dischetto si presenta Sonny D’Angelo che tira benissimo nell’angolino basso sinistro tanto che Satalino indovina il lato, ma non riesce ad evitare il vantaggio irpino.
A tempo ormai scaduto l’esterno pugliese Zambataro da attaccante aggiunto trova di testa il goal dell’1-1 agevolato dal portiere dell’Avellino, Forte, che battezza male il pallone.

QUARTO POSTO-Il Catanzaro sfrutta il passo falso del Catania che cade in casa contro il Teramo e va a +5 in classifica dai rossazzurri. Salgono invece a otto le giornate senza i tre punti per la Virtus Francavilla.
Per la vittoria dei giallorossi contro la squadra pugliese è sufficiente la rete su rigore realizzata da Carlini all’ottavo centro stagionale. Il numero 29 spiazza Costa e regala i tre punti al Catanzaro.

PAREGGIA INDOLORE-Tra Potenza e Vibonese finisce 2-2. Un pareggio che serve a poco ad entrambe le formazioni in chiave salvezza e che conferma il mal di vittoria dei calabresi che non conquistano i tre punti da inizio dicembre.
Gallo conduce i suoi al quinto risultato utile consecutivo.
Apre le marcature Baclet che al trentesimo porta avanti i suoi su rigore. Il francese è al quarto goal in tre partite.
All’ora di gioco Sepe provoca un rigore e lascia i lucani in 10, gli ipponici trovano il pareggio attraverso un penalty che Parigi non sbaglia spiazzando Marcone
Nonostante l’inferiorità numerica il Potenza torna avanti grazie all’autogoal di Mahrous: Coccia schiaccia di testa sul difensore della Vibonese e il pallone finisce direttamente in rete.
Al 91’ i calabresi, anche loro in 10 per l’espulsione di Pugliese, trovano il 2-2 con La Ragione che stoppa di petto, controlla e scarica un destro potente e preciso.

TRE PUNTI DI FLORIANO-Il Palermo riprende a vincere dopo il passo falso casalingo contro la Juve Stabia.
Per conquistare i tre punti contro la Paganese ai rosanero è sufficiente il goal al 60° di Floriano che sottoporta mette dentro su assist di Almici.

PALLONE A CASA-Nel derby campano Juve Stabia-Turris il diablo Marotta si rende autore di una tripletta e porta a casa il pallone.
Marotta entra nel tabellino dei marcatori grazie al rigore siglato al 22° che porta avanti le vespe.
Pochi minuti più tardi Abagnale, portiere della Turris, respinge male e serve sui piedi il numero 10 per la doppietta personale.
Giannone accorcia le distanze con una punizione potente e precisa da più di trenta metri che si infila in fondo alla rete.
Nel secondo tempo Mastalli crossa, Fantacci colpisce il palo di testa e il pallone arriva a Marotta che in mezza rovesciata realizza il doppio vantaggio delle vespe.
L’autore del poker della Juve Stabia è Garattoni: Abagnale battezza male il traversone di Orlando e sul secondo palo arriva il numero 5.

TRE PUNTI PESANTI-Il Bisceglie raccoglie tre punti importantissimi per la corsa salvezza contro la Casertana e si porta a 24 punti in classifica.
Al 23° Makota mette in area il pallone, Avella smanaccia male e Rocco realizza un rigore in movimento.

SCONFITTE SU SCONFITTE-Sempre più giù in classifica la Cavese che centra la quarta sconfitta consecutiva, questa volta è il Foggia ad agguantare i tre punti contro i campani.
A realizzare il goal vittoria è Baldé che salta più in alto di Matera e batte Russo.
L’attaccante in prestito dalla Sampdoria sigla il primo goal stagionale.

Claudio Pisi

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili