Rigenerato. Comincia nel migliore dei modi l’era Baldini in rossazzuro. Gli etnei ritrovano il successo dopo due sconfitte di fila, disputando un’ ottima partita sul piano tattico e mentale. È ancora presto per dare giudizi, ma la cura del nuovo tecnico sembra funzionare.

LA SCOSSA
Morale ritrovato. Qualcosa è scattato nella testa degli etnei, che in appena 3 giorni di lavoro col nuovo tecnico, sembrano aver ritrovato la voglia di continuare a lottare. Il cambio in panchina è stata una sveglia per i calciatori rossazzurri, decisamente trasformati dal punto di vista tattico e psicologico.

LA TATTICA
La rivoluzione parte anche dal modulo: 4-3-3. I rossazzurri tornano a giocare palla a terra, sfruttando le ampiezze. Il Catania si difende ordinatamente, diventando letale in contropiede. Ma come detto dallo stesso Baldini alla vigilia, “L’interpretazione del modulo è la cosa più importante” e  gli etnei sono riusciti ad approcciare e leggere la partita nel migliore dei modi.

ASPETTO MENTALE
Al di là del modulo, la vera rivoluzione è stata psicologica. Baldini lo aveva anticipato, la squadra era con il morale a terra e bisognava ritrovare le giuste motivazioni. Il gruppo ha risposto positivamente, sacrificandosi dal primo fino all’ultimo minuto di gioco. La strada tracciata è quella giusta, resta da capire sei i rossazzurri saranno in grado di percorrerla.

 

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili