Ospite della consueta diretta di Unica Sport, il terzino del Catania Giovanni Pinto. Il numero 20 rossazzurro ha parlato del periodo attuale della squadra e ha risposto alle domande dei tifosi.

CONDIZIONE FISICA
Sto molto meglio rispetto ai match iniziali. La condizione fisica, soprattutto quest’anno, si può tenere solo giocando le partite ed è questo che ho fatto nell’ultimo periodo. Posso migliorare sotto quel punto di vista perché non mi sento al 100% come la scorsa stagione, ma devo dire che sono a buon punto.

MISTER BALDINI
Quando arriva un nuovo allenatore, si respira aria diversa e questo può portare un miglioramento, com’è successo a noi. Baldini al di là degli aspetti tecnico/tattici ha portato in squadra tranquillità e fiducia, quegli elementi che si erano persi nell’ultimo periodo.

MODULI
Mi trovo meglio con la difesa a quattro. Partendo da dietro si ha più spinta e si può essere più imprevedibili. Inoltre ho una visuale migliore anche del campo, posso ragionare meglio sulle giocate da effettuare.

COMPAGNI
Penso che Luis Maldonado sia unico rispetto agli altri centrocampisti, detta i tempi di gioco e domenica contro la Cavese ha trasmesso tranquillità e sicurezza. Il più giocherellone della squadra invece è Vrikkis, si è integrato benissimo con il gruppo, si allena sempre al massimo e merita di giocare. Sarao è un’attaccante atipico, si sacrifica e da una mano in fase offensiva. Per quanto riguarda Claiton, la sua carriera parla per lui.

DERBY
Vorrei rigiocare il derby…e se dovessimo arrivare quinti in classifica e affrontare il Palermo sarebbe un modo per prenderci una rivincita. Dopo la sconfitta nel derby abbiamo vissuto un periodo particolare. Non dico che eravamo scarichi mentalmente, ma sicuramente sono venute meno delle certezze che si sono riversate sul nostro modo di affrontare le partite.

DIFFERENZE
Fare un paragone tra la squadra attuale e quella dell’anno scorso è quasi impossibile. La passata stagione eravamo 16/17 persone, tutti molto uniti sotto il punto di vista mentale anche a causa della situazione, e ciò che mancava in campo tecnicamente lo aggiungevamo mentalmente.
Quest’anno invece tecnicamente siamo migliori ed essere superiori anche numericamente è un vantaggio in tutto.

GOL
Il gol che ricordo con più emozione è quello contro la Virtus Francavilla dell’anno scorso. Per me avrà sempre un sapore diverso, soprattutto per com’era stato maturato…stavamo perdendo nel primo tempo e poi abbiamo ribaltato la partita.
Ma anche il gol di Mazzarani contro la Vibonese perché è stata l’ultima partita giocata con il pubblico, c’erano 9mila persone ed è stata una sensazione da brividi andare ad esultare sotto la curva.

LUCARELLI
Non ho ancora sentito il mister perché la promozione della Ternana ancora non è ufficiale, anche se lo vinceranno sicuramente. Sono contento per lui. Lo scorso anno sotto il punto di vista mentale ci ha unito moltissimo, è un grande uomo, riesce a spendere una parola positiva verso tutti. Dal punto di vista umano ci ha dato tantissimo ed è stato un grande gestore.

RINNOVO
Per me il rinnovo è stata un notizia lieta.
Nelle passate stagioni non sono riuscito a dare continuità in una piazza specifica, stabilizzarmi in un posto era ciò che desideravo, e farlo in questa terra che amo è tutto di guadagnato.

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili