Fortunato, rigenerato e ritrovato. Jacopo Dall’Oglio sta dimostrando di poter prendere in mano il Catania. Corsa, contrasti e palloni recuperati in mezzo al campo sempre con quel numero 23 portafortuna sulle spalle.

PASSATA STAGIONE
Arrivato nell’estate del 2019 e reduce dalla promozione nella massima serie con il Brescia, il classe 92, a causa dei numerosi infortuni, non aveva mai reso secondo le aspettative andando sempre alla ricerca della forma fisica migliore e per questo aveva attirato su di sé tante critiche.

UN NUOVO DALL’OGLIO
Una condizione fisica che adesso Dall’Oglio sembra aver ritrovato dandone dimostrazione in campo con goal e assist.
Che fosse un Dall’Oglio diverso si era già intuito alla prima stagionale contro la Paganese, ma una vera e propria ascesa nel rendimento si è avuta con la sua rete contro il Foggia  e nell’esemplare prestazione di sabato scorso nel match contro la Cavese.

CAVA DE’ TIRRENI
Al “Simonetta Lamberti” la mezzala, ha dato vita all’assist al bacio per Giosa e realizzato il definitivo 0-2 con una sassata da fuori area.

NUOVO RECORD
Il numero 23 rossazzurro, ha stabilito un nuovo record personale. Quattro le reti messe a segno con i rossazzurri, a differenza dei tre centri con la primavera della Reggina.

RUGGITO
Jacopo Dall’Oglio sembra aver imboccato la strada giusta e, anche se ne resta ancora tanta da percorrere, la tigre rossazzurra vuole continuare a ruggire.

di Marzia Bosco e Claudio Pisi

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili