Tre su tre, l’inizio dell’era Baldini è da applausi. Il Catania centra la terza vittoria consecutiva, certificando l’ottimo stato di forma.
Gli etnei contro un avversario insidioso non si sono fatti trovare impreparati, trovando tre punti fondamentali per la difesa del quinto posto.

LA MANO DELL’ALLENATORE
Il Catania di Baldini comincia a prendere forma. La terza vittoria consecutiva premia il lavoro dell’allenatore ex Trapani. I rossazzurri dimostrano di possedere un’identità precisa. Gli etnei sono i padroni del gioco, prediligendo il possesso palla, ma difendendosi allo stesso tempo con ordine.
E se è vero quello che dice Agata Christie, “che un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”, la cura Baldini sembra davvero funzionare.

SARACINESCA
Certezza tra i pali. Martinez sta, partita dopo partita, consolidando il posto da titolare. La scelta di puntare sullo spagnolo da parte di Baldini si sta rivelando vincente. Il numero 22 compie diversi interventi decisivi, dimostrandosi anche estremamente sicuro con i piedi.

JOLLY A CENTROCAMPO
Jacopo Dall’Oglio
si dimostra ancora imprescindibile. Il numero 23, arrivato a quota 5 goal in stagione, risulta decisivo in entrambe le fasi di gioco. Mediano roccioso davanti la difesa, Dall’Oglio riesce a essere freddo e preciso negli ultimi metri. Il goal su calcio di punizione è il simbolo dell’ottimo stato di forma del centrocampista rossazzurro.

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili