Vincere e basta. É questo il diktat per il Catania che contro la Casertana non potrà commettere errori. Battere i campani, che all’andata s’imposero per 3-2, per conservare quel quinto posto ambito anche da Juve Stabia e Foggia. I pugliesi a 5 punti dai rossazzurri, che affronteranno domenica prossima allo Zaccheria, sfideranno le Vespe che, al contrario, si trovano a pari punti con gli etnei a quota 55. 

AVVERSARIO 

La Casertana, di Federico Guidi, si trova a 44 punti in classifica:  ultimo posto disponibile per disputare i play-off. I campani, senza lo squalificato Pacilli, si preparano ad una sfida con punti pesanti in palio. I Falchi, sono reduci dalla sconfitta per 3-2 contro la Juve Stabia e vorranno rifarsi in terra siciliana. La retroguardia rossazzurra, quindi, sarà chiamata a contenere le sortite offensive del bomber Cuppone, a quota 14 reti, e dell’eterno Luigi Castaldo recordman di gol, 57, con la maglia dell’Avellino. Altro giocatore che potrebbe impensierire la squadra di mister Baldini è l’ex primavera del Catania Luigi Carillo: 6 gol e 3 assist per il capitano della Casertana in questo campionato. Il difensore napoletano, è inamovibile nello scacchiere di mister Guidi, avendo saltato solamente 3 match in tutto l’arco della stagione. Un dato da non sottovalutare sono i centri realizzati dalla Casertana: un gol in più del Catania, ovvero 46.

ROSSAZZURRI

Gli uomini di Baldini, dunque, saranno chiamati a giocare un partita attenta, matura e pragmatica. Il tecnico di Massa sarà orfano di Tonucci (positivo al Covid), Confente (infortunio al menisco), Sarao (stiramento al polpaccio) e Di Piazza (stiramento al bicipite femorale) e dunque con molta probabilità sarà costretto a schierare come prima punta Reginaldo. Un Catania, quindi in emergenza offensiva ma, come abbiamo visto in questa stagione, i gol sono arrivati anche dagli altri reparti.

PRECEDENTI

Il bilancio è in perfetto equilibrio: quattro vittorie per parte e quattro pareggi. L’ultimo successo etneo risale al campionato 2018/19, i rossazzurri si imposero con un 3-0 con le firme di Carriero, Marotta e Curiale.

Giuseppe Solano

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili