Bello e vincente. Il Catania manda al tappeto una modesta Casertana che si conferma la peggior difesa del campionato, con un roboante 3 a 0. Al Massimino va in scena una delle migliori prestazioni degli etnei di questa stagione, che assume ancor più valore vista la totale emergenza del reparto offensivo che costringe Mister Baldini a schierare un insolito 4-3-1-2 con Dall’Oglio più falso nueve che trequartista. Indisponibili Russotto, Piccolo, Sarao e Di Piazza…Coppia d’attacco inedita formata da Reginaldo e Golfo.
Gli etnei partono subito forte e passano in vantaggio grazie ad un Calapai in grande spolvero, complice l’errore davvero imbarazzante del portiere Avella …

Intensità, tecnica e pressing alto. Il Catania di Baldini è entusiasmante,  adesso la squadra ha un’idea di gioco ben delineata per tutti e 90 i minuti, gioca con grande intelligenza tattica ed i cambi di  fronte da una parte all’altra del campo sono degni di un’altra categoria.
Finalmente, la tifoseria etnea può anche ammirare un Reginaldo all’altezza delle aspettative di inizio stagione. Il brasiliano sigla il gol del raddoppio che mette k.o. i campani, ma non solo… Il 10 rossazzurro gioca la sua miglior partita da quando veste la maglia etnea dispensando giocate ed assist interessanti per i compagni.

Giosa chiude il match firmando il 3 a 0 e si candida prepotentemente per una maglia da titolare nei play-off al fianco di Capitan Silvestri che ancora una volta conferma il proprio valore con una prestazione sontuosa. Determinanti i suoi interventi in due occasioni. Il Catania, sta diventando sempre di più  la creatura di mister Baldini che ha totalizzato 15 punti sui 18 a disposizione, con 14 gol fatti e solo 4 subiti. Gioco frizzante ed aggressione dell’area avversaria con tanti uomini, occupazione degli spazi fondamentale a prescindere dal modulo. La cura Baldini funziona e le ottime prestazioni di giocatori rigenerati come Maldonado, Dall’Oglio, Pinto, Calapai e Reginaldo ne sono la più lampante dimostrazione. Alla luce dei risultati odierni, gli ultimi 90 minuti della regular season saranno avvincenti per il quarto, quinto e sesto posto. Con una vittoria a Foggia, gli etnei blinderebbero il quinto posto ed insidierebbero la quarta posizione occupata attualmente dal Bari, in attesa della sentenza del 5 Maggio, che potrebbe restituire i due punti di penalizzazione…

Nonostante la vittoria roboante e la grande prestazione, le emozioni più intense di questo pomeriggio non sono in campo ma in tribuna stampa, che tra la commozione generale dei presenti, è stata ufficialmente intitolata a “The Voice” Stefania Sberna.
Un nome che rimarrà impresso nella storia rossazzurra per l’eternità…

 

di Marco Zappalà

PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ



PUBBLICITÀ

Articoli simili